Re-styling
Hotel Orient&Pacific

La necessità imprenditoriale di offrire un servizio di qualità, in strutture qualificate, impone agli operatori turistici una continua e attenta operazione di "rinnovamento" delle strutture ricettive.
Jesolo in particolare offre un patrimonio immobiliare turistico di vecchia data e non rispondente più al trend dell'offerta turistica attuale.

Di conseguenza la diffusa logica
del re-styling dell'immobile, intesa semplicemente come tinteggiatura
o come applicazione di elementi posticci che alludono a un tempo e a una
cultura che non c'è mai stata non risolve i problemi di base.

Il progetto, anche se mirato solo agli esterni, si pone principalmente come adeguamento dell'immobile alla crescente domanda di qualità degli spazi aperti di pertinenza.

Pertanto, su questi presupposti,
il progetto lavora su più temi architettonici: il basamento, il gioco "casuale" con cui escono i terrazzini rispetto al volume principale, il colore interpolato su diverse tonalità,
l'attico definito come stanza a cielo aperto ("Beistegui" come dal progetto omonimo di Le Corbusier).

Denominazione
Re-styling Hotel Orient&Pacific

Tipologia
Turistico-Commerciale

Località
Jesolo Lido (Ve)

Committente:
Privato

Fase
Realizzato (2002-2004))

Collaboratori:
Adriano Venudo
Roberta Albiero

Consulenti:
Giorgio Lucchetta
(strutture)
Sartorato Costruzioni
(impresa edile)

hotel-H&P_2004_immagine-doppia hotel-H&P_2004_immagine-doppia hotel-H&P_2004_immagine-doppia hotel-H&P_2004_immagine-singola hotel-H&P_2004_immagine-doppia hotel-H&P_2004_immagine-singola hotel-H&P_2004_immagine-tripla